Cos’è

La papaya è il frutto di un piccolo albero tropicale che cresce in America centrale e America latina in particolare Florida, Messico, Brasile, Cuba, Portorico.

Il frutto può essere utilizzato per ottenere un estratto che, una volta sottoposto ad una lunga fermentazione, diventa un concentrato altamente biodisponibile di principi attivi alleati della nostra salute.

Grazie al processo di fermentazione infatti, l’estratto di papaya si arricchisce di proprietà benefiche per il nostro organismo.

 

Proprietà farmacologiche

Le proprietà farmacologiche più documentate dell’estratto fermentato di papaya, tramite studi in vivo e in vitro, sono la quella regolatoria dello stato redox, quella immunomodulante, antinfiammatoria e quella antiossidante.

In particolare:

      • un recente studio su un modello murino ha mostrato che in seguito al trattamento con l’estratto fermentato sono aumentate le difese antiossidanti (livelli plasmatici più elevati di SOD-1 e GSH) e sono diminuite le specie reattive dell’ossigeno (1)
      • lo stesso studio ha anche mostrato che il trattamento con l’estratto ha determinato un aumento dell’attività della telomerasi plasmatica (enzima che mantiene l’integrità dei telomeri ossia quelle sequenze di DNA che si trovano all’estremità dei cromosomi e che quando si accorciano troppo inducono senescenza e morte cellulare) (1)
      • oltre ad agire direttamente sui ROS, l’estratto fermentato di papaya sembrerebbe ridurre i radicali liberi anche in maniera indiretta mediante un azione chelante sul ferro. L’accumulo di ferro libero plasmatico (tipico di diverse patologie come la talassemia) è infatti responsabile della generazione di specie reattive dell’ossigeno. Essendo l’estratto fermentato di papaya in grado di chelare il minerale e quindi ridurlo, si riducono automaticamente anche i livelli di radicali in circolo (2).
      • l’estratto di papaya fermentato è un potente attivatore dei macrofagi che vengono stimolati a produrre ossido nitrico e TNF-alfa che contribuiscono alla difesa immunitaria dell’ospite contro virus e batteri (3)
      • l’estratto attiva in maniera dose-dipendente la citotossicità delle cellule natural killer

Mediante questi meccanismi d’azione, l’estratto di papaya fermentato risulta essere efficace nella prevenzione di:

      • invecchiamento cellulare e le patologie ad esso collegate
      • patologie caratterizzate da infiammazione e stress ossidativo come le malattie neurodegenerative (4), cancro, diabete, malattie infiammatorie e talassemie (5)
      • infezioni microbiche

 

Estratto di papaya fermentato e oncologica 

Numerosi studi in letteratura, sia in vitro che in vivo, hanno mostrato le proprietà antitumorali dell’estratto fermentato di papaya.

Le principali forme tumorali sulle quali sono state osservate gli effetti sono:

  • leucemia (6)
  • melanoma (7)
  • epatocarcinoma (8)

E’ presumibile che possa esercitare effetti antitumorali anche su altre neoplasie.

I meccanismi d’azione mediante i quali l’estratto di papaya fermentata esercita tali azioni antitumorali sono:

  • la capacità immunoregolatoria: l’estratto, infatti, è in grado di stimolare l’immunità innata aumentando la produzione delle citochine IFN-γ, IL-1β e TNFα da parte delle cellule del sistema immunitario. L’estratto, inoltre, può indurre il cambiamento dei linfociti Th2 verso Th1, sopprimere la proliferazione delle cellule Treg e attivare in maniera dose-dipendente la citotossicità delle cellule Natural Killer contro le cellule tumorali (6).
  • le proprietà antiossidanti: la somministrazione dell’estratto determina un forte diminuzione dei livelli ematici dei ROS e un incremento dei livelli dei più potenti antiossidanti (GSH, SOD-1, CAT, GPx).

 

Controindicazioni ed effetti collaterali

Sono disponibili in commercio diversi integratori alimentari a base di papaya fermentata.

Si tratta di prodotti privi di effetti collaterali che possono essere assunti anche dai bambini.

In gravidanza e allattamento è sconsigliato l’uso di estratto fermentato di papaya in quanto non sono stati condotti studi sulla sua sicurezza in queste categorie.

A causa dell’interazione che alcuni principi attivi dell’estratto di papaya hanno con il warfarin e l’amiodarone, ne è sconsigliato l’uso concomitante.

 

Bibliografia:

  1. Antioxidants (basel). 2020 Feb 7. Beneficial Effects of Fermented Papaya Preparation (FPP ®). Supplementation on Redox Balance and Aging in a Mouse Model. Mariantonia LogozziRossella Di RaimoDavide MizzoniMauro AndreottiMassimo SpadaDaniele MacchiaStefano Fais
  2. Life Sci. 2000 Jun 30. Nitric oxide synthesis and TNF-alpha secretion in RAW 264.7 macrophages: mode of action of a fermented papaya preparation. G RimbachY C ParkQ GuoH MoiniN QureshiC SaliouK TakayamaF VirgiliL Packer.
  3. Nutr Neurosci. 2018 Apr, 21. Neuroprotective effect of fermented papaya preparation by activation of Nrf2 pathway in astrocytes. Shinki MurakamiIkuko MiyazakiMasato Asanuma
  4. Phytother Res. 2010 Sep. Amelioration of oxidative stress in red blood cells from patients with beta-thalassemia major and intermedia and E-beta-thalassemia following administration of a fermented papaya preparation. Fibach E, Tan ES, Jamuar S, Ng I, Amer J, Rachmilewitz EA.
  5. Asian Pac J Cancer Prev. 2016. AntiTumor and Immunoregulatory Effects of Fermented Papaya Preparation. Murakami S, Eikawa S, Kaya S, Imao M, Aji T.
  6. Cancers (Basel). 2019 Jan. Oral administration of fermented papaya (FPP) controls the growth of a murine melanoma through the in vivo induction of a natural antioxidant response. Mariantonia Logozzi, Davide Mizzoni, Rossella Di  Raimo, Daniele Macchia, Massimo Spada, and Stefano Fais.
  7. Life Sci. 2016 Apr 15. Fermented papaya preparation modulates the progression of N-methyl-N-nitrosourea induced hepatocellular carcinoma in Balb/c mice. Jhoti SomanahSrishti RamsahaShalini VermaAshok KumarPoornima SharmaRanjan Kumar SinghOkezie I AruomaEmmanuel BourdonTheeshan Bahorun