Nutrizione

La nutrizione costituisce un Valore indispensabile per una corretta crescita, uno sviluppo psico-fisico eccellente ed una vita migliore senza patologie.

La Nutrizione è un valore aggiunto alla Terapia Oncologica.

La Nutrizione è un valore essenziale nella Prevenzione Oncologica.

L’obiettivo principale di noi medici è il curare la patologia senza danneggiare l’organismo. E questo sarà raggiunto quando vedremo la patologia all’interno della persona: dobbiamo curare la persona con la patologia. Questa osservazione è tanto più vera quando ci poniamo di fronte al malato oncologico. Si è visto infatti che la chemioterapia e la radioterapia da sole non sempre riescono a garantire una soddisfacente soluzione. Queste metodiche cercano di distruggere o danneggiare la malattia, con risultati discutibili, e spesso la persona non riesce a sopportare i danni collaterali che si hanno. Bisogna rendere l’organismo più forte per poter combattere meglio la malattia neoplastica.

L’integrazione con sostanze naturali e con fitoterapia potrebbe essere una ottima modalità di aiuto. Ma non dobbiamo sottovalutare uno dei fattori più importanti che giocano a favore del nostro organismo: la nutrizione. Sappiamo che tutto quello che mangiamo ci fa crescere, ma anche ci può far ammalare o contribuire a far sviluppare patologie. Come il cibo porta sostanza al nostro corpo, così lo può fare anche alla neoplasia. Una corretta alimentazione potrà ridurre l’apporto nutrizionale alla neoplasia. Una corretta alimentazione inoltre potrà ridurre l’incidenza delle recidive. Non solo, dobbiamo riuscire a comprendere che una alimentazione regolare e con giuste dosi di minerali, vitamine, antiossidanti, con un basso apporto calorico e proteico aiuterà a vivere meglio e ridurre il rischio di ammalarsi di tumore.

Il nostro scopo sarà quello di educare le persone ad alimentarsi in modo più adeguato e secondo le loro esigenze. Inizieremo insieme un percorso che ci porterà a valutare quali alimenti sono necessari alla nostra salute. La salute dei bambini è il principio del benessere degli adulti. Prima si inizia a star bene più la nostra vita sarà priva di patologie. Quale inizio migliore possiamo avere se non quello del periodo gestazionale. Ciò che la mamma ingerisce è fonte vitale per lo sviluppo del feto prima e del bambino poi. Una corretta nutrizione della mamma porta ad un perfetto sviluppo del nascituro e se questo continuerà con un giusto apporto nutrizionale vivrà più a lungo e con minori patologie. Alimentarsi correttamente è la prima nostra regola per una vita migliore e più lunga.

La nutrizione influenza l’espressione dei nostri geni nello sviluppo del feto (Epigenetica). Questa modulazione porterà ad una normale ed armonica crescita del bambino. Alcune patologie croniche non trasmissibili in età adulta sono influenzate non solo dalla genetica e da fattori legati allo stile di vita, ma da variabili ambientali che agiscono durante la gravidanza e nella prima infanzia. La ricerca in biologia evoluzionistica suggerisce che processi ambientali che inducono una propensione alla malattia in età adulta sono già decisivi durante la fase peri-concezionale, fetale e neonatale (Glukmann and Hansonn, 2004). Si deve quindi considerare che certi stili di vita ed alimenti avuti in epoca precoce della nostra vita ci influenzeranno per tutta la esistenza futura.

Considerando questo fatto, come si fa a non pensare che la nutrizione abbia un ruolo importante e non influenzi l’evoluzione della malattia. E’ indispensabile che tutti i medici abbiano chiaro questo concetto: l’alimentazione incide con un 37% come causa della neoplasia. L’alimentazione, alla luce delle nuove acquisizioni e scoperte scientifiche, non rappresenta soltanto il modo e come mangiamo, ma cosa, quanto e quando lo mangiamo. Gli alimenti rappresentano allo stesso tempo una causa della malattia o la possibilità di cura della stessa.

Malgrado l’apparente benessere e la quantità di cibo a disposizione, accessibile e tutte le classi sociali, il processo di industrializzazione ha causato l’insorgenza di importanti problemi nutrizionali. Speso è la logica industriale o, peggio, la pubblicità che propone ed indirizza l’alimentazione: le pietanze, o i suoi surrogati, sono sempre più ricche di zuccheri, carboidrati raffinati e grassi e poveri di nutrienti indispensabili. Tutto questo porta allo sviluppo di soggetti ipernutriti, obesi e con il diabete, fino ad un sempre maggior numero di tumori. La Salute e la Malattia sono rispettivamente equilibrio e squilibrio degli elementi che costituiscono il corpo umano.

Bisogna ritornare ad una alimentazione necessaria per il nostro fabbisogno giornaliero e per mantenersi in forma. La corretta alimentazione con una moderata attività fisica sono indispensabili per predisporci ad una vita lunga e senza malattie. Chi riuscirà nell’intento vivrà più a lungo.

(Per un approfondimento degli argomenti trattati rivolgersi presso i nostri Centri ARTOI, dove sono presenti i migliori specialisti in Nutrizione Oncologica).

Il lavoro presentato è frutto della collaborazione con i Colleghi Andrea DEL BUONO e Armando D’ORTA del Centro ARTOI di Caserta (Integrazione e alimentazione in gravidanza- Estratto Atti del Congresso del 17/12/2011) ed un estratto della pubblicazione “Cibi da non dimenticare” di Giuseppe DI FEDE e Massimo BONUCCI del Centro ARTOI di Milano e Roma (pubblicazione da richiedere presso tutti i Centri ARTOI).

 

17 Commenti

  1. Gamboni Guglielmina

    Buongiorno,prima di essere operata di tumore al seno, ho incontrato il Prof Bonucci in Toscana. In quell’occasione, sono stata visitata dal Professore ed ho ricevuto tutti i consigli sull’alimentazione.Dopo un anno sono stata operata con buon esito.Ora da tempo continuo ad alimentarmi secondo gli stessi principi con aggiunta di vitamina D3,basen e nac. Devo cambiare qualcosa?
    Gamboni Guglielmina

    Rispondi
    • Staff

      Sarebbe opportuno ripetere dei controlli periodicamente.

      Rispondi
  2. Elio del gaudio

    Gli agrumi sono da evitare perché contengono poliammide naturali?

    Rispondi
    • Staff

      Sono da evitare per l’elevato contenuto in poliammine.

      Rispondi
      • Maria Lina Bo

        Buonasera, sono in followup oncologico per k alla lingua, recidivato ai linfonodi. Abito a genova e vorrei un mettermi in contatto con un nutrizionista oncologo. Ho sentito parlare anche del vischio pini e vorrei qualche informazione. Sul vostro sito non mi pare di avere visto medici specifici in genova. Grazie

        Rispondi
  3. Patrizia Antoniazzi

    Salve.
    Mia zia, in esiti di gastrectomia, sarebbe interessata ad avere contatto con un vostro centro il più vicino alla nostra residenza a Pavia per consigli nutrizionali.
    Grazie

    Rispondi
  4. Giuseppina

    Vorrei sapere come trovare un buon nutrizionista oncologo nella mia zona, sono nella provincia di Reggio Calabria, grazie

    Rispondi
    • Staff

      Cara Giuseppina,
      purtroppo in Calabria non abbiamo nutrizionisti di ARTOI.
      I più vicini sono in Sicilia e a Roma.

      Rispondi
  5. Emanuela

    Ho bisogno di un oncologo che mi faccia fare la cura con la armenisia, ho papà che non gli hanno date speranze e ricoverato in terapia antalgica ha 53 anni, la supplico di aiutarmi mi hanno consigliato questo gruppo può darmi un appuntamento al più presto possibile grazie mille❤️

    Rispondi
    • Staff

      Cara Emanuela,
      per stabilire la terapia giusta è necessaria un’attenta valutazione medica del paziente.
      Dove risiede?
      Nella pagina https://www.artoi.it/le-sedi-artoi/ può cercare la sede ARTOI più vicina a lei e contattare uno dei nostri medici.

      Rispondi
  6. Enrico Piovan

    FRUTTA E VERDURA A VOLONTA’,LATTICINI ( entro i parametri nutrizionali ) E MOLTO MOVIMENTO ( Camminare ) QUESTO SIGNIFICA PREVENZIONE RICORDANDO SEMPRE
    GLI SCREENING

    Rispondi
  7. massimo avezzu

    salve , io sono un 50enne di Torino , avendomi da poco riscontrato un tumore vorrei sapere come fare per mettermi in contatto con voi per un eventuale incontro. Che tipo di tumori curate? grazie
    massimo avezzu’ cell. 3474181965

    Rispondi
  8. PIOVAN ENRICO

    Buongiorno,
    MANGIARE FRUTTA E VERDURA ,NIENTE CARNE,NIENTE ALCOL,NIENTE DOLCI, E FARE MOLTO MOVIMENTO PUO’ SERVIRE COME PREVENZIONE.
    GRAZIE
    ENRICO PIOVAN

    Rispondi
    • Massimo Bonucci

      ottimo commento; il movimento è una tappa fondamentale per la prevenzione

      Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X