Pertuzumab è un farmaco studiato per essere usato in combinazione con trastuzumab per bloccare il fattore di crescita HER2, che è causa di circa un terzo di tutti i tumori al seno. Il farmaco sperimentale è stato sviluppato per impedire specificamente al recettore HER2 di accoppiarsi ad altri recettori HER (EGFR/HER1, HER3 e HER4): impedendo l’accoppiamento dei recettori, si pensa che esso blocchi la segnalazione cellulare, inibendo la crescita cellulare o determinando la morte delle cellule malate.

E’ necessario uno studio della via di trasduzione del segnale dell’HER2 con l’obiettivo di offrire farmaci personalizzati alle pazienti affette da carcinoma mammario HER2-positivo. Con questi risultati presto sarà possibile essere in grado di migliorare l’attuale standard terapeutico, costituito da trastuzumab più chemioterapia, in modo da aiutare le pazienti affette da questa forma avanzata di cancro. Si ritiene infatti che i meccanismi di azione di pertuzumab e trastuzumab siano complementari tra loro: entrambi si legano al recettore HER2 ma in regioni differenti.

Molte delle pazienti metastatiche con questo tipo di cancro a un certo punto smettono di rispondere a trastuzumab, per questo è sconvolgente il fatto che ci sia un farmaco che in aggiunta a questo aumenta così tanto la sopravvivenza senza progressione.

Inoltre, l’aggiunta del farmaco alla terapia combinata risultava in una diminuzione sensibile dei tumori (ovvero di almeno un terzo) nell’80,2% dei casi, contro il 69,3% del gruppo di controllo.

Sebbene i dati sul tasso di sopravvivenza generale non siano ancora disponibili, non essendo passato abbastanza tempo dalla fine dello studio perché l’analisi statistica sia veramente consistente, CLEOPATRA ( studio randomizzato in più Centri ) ha visto 69 decessi tra i 402 pazienti trattati con i tre farmaci, contro 96 nel gruppo che ha ricevuto il placebo.

L’arrivo di trastuzumab prima e di pertuzumab poi la terapia biologica sta facendo passi da gigante nel trattamento di questo tipo di cancro, che precedentemente aveva una prognosi molto complicata.

X