Prevenzione del cancro

Prevenire il cancro significa attuare una serie di azioni che hanno l’obiettivo di ridurre la probabilità che un tumore compaia.

Si è iniziato a dare importanza al concetto di prevenzione soprattutto perché negli ultimi decenni l’incidenza della mortalità per questa patologia ha subito un forte incremento. Per questo motivo, si è deciso di passare da un approccio alla malattia solamente curativo ad uno preventivo: per ridurre l’incidenza del cancro e la mortalità ad esso associata bisogna fare qualcosa prima di ammalarsi quindi prima che la malattia compaia.

La prevenzione può essere effettuata principalmente in due modi:

    • Modificando lo stile di vita (prevenzione primaria)
    • Partecipando a programmi di screening (prevenzione secondaria)

 

Stile di vita e prevenzione oncologica primaria

Il cancro è una malattia multifattoriale ossia le cause sono molteplici, complesse e non su tutte si può intervenire per impedire lo sviluppo della malattia. Alcuni fattori di rischio oncologico, come l’età e il sesso, non sono modificabili; altri invece, come il fumo, la sedentarietà, l’esposizione ad agenti cancerogeni, dipendono dal nostro comportamento, dal nostro stile di vita, dall’ambiente in cui viviamo e lavoriamo, pertanto sono modificabili.

Lo scopo della prevenzione primaria è quello di evitare l’insorgenza del cancro e ciò è possibile riducendo i fattori di rischio e aumentando i fattori protettivi.

È ormai scientificamente dimostrato che lo stile di vita che adottiamo influenza notevolmente il rischio di sviluppare una malattia tumorale.

Le principali regole da seguire per la prevenzione primaria dei tumori sono le seguenti:

    • Perdere peso se si è in sovrappeso o obesi. L’eccesso di grasso corporeo causa infiammazione cronica e alterazioni metaboliche che sono condizioni favorenti la crescita delle cellule tumorali.
    • Fare movimento. Un’attività fisica regolare aiuta a mantenere nella norma il peso corporeo, i livelli di zuccheri nel sangue, di insulina e di tutti quegli elementi che favoriscono l’insorgenza del cancro.
    • Seguire un’alimentazione sana ricca di frutta, verdura e legumi, povera di grassi animali e alimenti trasformati, con un buon contenuto di grassi vegetali e preferendo il consumo di proteine vegetali rispetto a quelle animali.
    • Evitare il consumo di bevande alcoliche in quanto sono responsabili dell’insorgenza di diverse forme di cancro.
    • Smettere di fumare. Il tabacco è la prima causa di tumore al polmone che a sua volta è la prima causa di morte oncologica. Il fumo è cancerogeno anche per chi non fuma ma lo inala solamente (fumo passivo).
    • Se si lavora in posti di lavoro dove si è esposti a sostanze cancerogene, utilizzare dispositivi di protezione individuale per proteggersi da tali sostanze.
    • Evitare un’eccessiva esposizione al sole soprattutto durante le ore più calde e comunque proteggersi sempre con creme ad alta protezione. I raggi ultravioletti aumentano il rischio di sviluppare il melanoma.
    • Vaccinarsi contro agenti infettivi cancerogeni: virus dell’epatite B o il papilloma virus.
    • Allattare al seno in quanto riduce l’esposizione della donna agli ormoni proteggendola soprattutto nei confronti del tumore della mammella.

 

Prevenzione del cancro

 

Screening e prevenzione oncologica secondaria

Lo scopo della prevenzione secondaria è quello di individuare il tumore in uno stadio molto precoce in modo che sia possibile trattarlo in maniera efficace aumentando così le percentuali di guarigione e riducendo il tasso di mortalità.

È possibile fare prevenzione secondaria partecipando ai programmi di screening oncologico.

Lo screening è un insieme di esami che vengono eseguiti in persone asintomatiche per verificare, in modo precoce, la presenza del cancro.

Oggi sono disponibili numerosi esami diagnostici usati per valutare la presenza della malattia. Non tutti però possono essere considerati dei buoni metodi di screening. Per essere utilizzato in uno screening, l’esame diagnostico deve:

    • essere sicuro e privo di effetti collaterali
    • poter cambiare il decorso della malattia
    • avere un costo accettabile
    • fornire un risultato attendibile il più possibile

Un test di screening non deve essere effettuato una sola volta nella vita ma dovrebbe essere ripetuto ad intervalli regolari. Un risultato negativo, infatti, indica che non si è malati ma non esclude che ci si possa ammalare successivamente; per questo motivo è importante ripeterli nel tempo.

Gli screening più diffusi, in quanto si sono dimostrati i più efficaci nel cambiare la storia naturale della malattia, sono quelli per la prevenzione del tumore della mammella, della cervice uterina e del colon-retto.

Si tratta di:

    • pap test: usato per fare diagnosi precoce di tumore della cervice uterina
    • mammografia ed ecografia mammaria: usate per fare diagnosi precoce di tumore mammario
    • tomosintesi mammaria: mammografia di ultima generazione
    • colonscopia e ricerca del sangue occulto nelle feci: usati per fare diagnosi precoce di tumore del colon-retto

 

 

Prevenzione oncologica terziaria

Esiste poi un terzo modo di fare prevenzione che però in questo caso riguarda i pazienti con la malattia ormai in fase cronica o irreversibile.

Lo scopo della prevenzione terziaria è quello di evitare o comunque limitare la comparsa di recidive, complicazioni o esiti invalidanti.

La prevenzione terziaria si realizza fornendo al paziente assistenza domiciliare medico-infermieristica, riabilitazione motoria, supporto psicologico e tutta una serie di servizi che servono al paziente a gestire meglio la sua malattia per migliorare la qualità di vita.

Nella prevenzione terziaria rientra anche l’alimentazione che, oltre ce aiutare a prevenire l’insorgenza del cancro, è molto importante anche in una fase avanzata della malattia. E’ stato visto, infatti, che i pazienti che mangiano in maniera sana e corretta secondo precise linee guida hanno una migliore qualità di vita e sopravvivenza.

34 Commenti

  1. Giuseppe Pagni

    Il fatto di consumare a digiuno succo di limone zenzero e bicarbonato di sodio può essere una buona prevenzione ai tumori? Avendo perso mia sorella gemella pochi mesi fa per un glioblastoma multicentrico

    Rispondi
    • Staff

      E’ una buona abitudine ma non ha effetto preventivo.

      Rispondi
  2. Fabrizio

    Ho subito asportazione colon ascendente effettuato chemio adiuvante.
    Volevo conoscere potenzialità curcuma e AHCC Plus per prevenire recidive e se sono utilizzabili continuamente assieme ad alimentazione solitamente consigliata nei casi come il mio.
    Sono di Lucca con chi potrei incontrarmi per avere consulenze?
    Attendo ansiosamente risposta al mio indirizzo.
    Ringrazio gia da ora per interessamento

    Rispondi
    • Staff

      Non c’è interferenza tra le due sostanze.
      I centri ARTOI in Toscana sono i seguenti:
      AREZZO – UNIVERSITA’ POPOLARE AREZZO – CENTRO DI RIF. ARTOI – 393 3351061
      PISA – STUDIO MEDICO DI LUPO – Dr.ssa Monica DI LUPO – 050.21403 – 340.6170996

      Rispondi
  3. silvia

    Buonasera,
    ho letto questo articolo e quelli correlati, al fine di raccogliere informazioni sulla prevenzione terziaria oncologica. Potrei avere notizie sull’articolo, per poterlo annoverare nella bibliografia della mia ricerca?
    Colgo l’occasione per ringraziarvi e porgervi cordiali saluti
    Silvia Socci

    Rispondi
  4. PIOVAN ENRICO

    Buongiorno,
    LA TAC SPIRALE PUO’ ESSERE UTILE PER LA PREVENZIONE,COME STRUMENTO DIAGNOSTICO,DA AFFIANCARE AD UNA ECOGRAFIA DELL’ ADDOME COMPLETO, DALLA COLONSCOPIA, E DAI MARCATORI.
    GRAZIE RESTO IN ATTESA DI LEGGERVI.
    Enrico Piovan

    Rispondi
    • Massimo Bonucci

      Per la prevenzione una TAC può sembrare eccessiva. Il resto comunque è in relazione allo stato del paziente, alla sua familiarità ed allo stile di vota.

      Rispondi
  5. PIOVAN ENRICO

    Gentilmente,
    potete confermare se un antiossidante fitoterapico,puo’ essere utile nella prevenzione.
    Grazie
    Enrico Piovan

    Rispondi
    • Staff

      Quale nello specifico?

      Rispondi
  6. Francesco

    Mi piacerebbe capire quali sn gli effetti dell acqua gassata sul cancro ..

    Rispondi
    • Staff

      E’ sconsigliata poichè acidifica l’ambiente.

      Rispondi
  7. PIOVAN ENRICO

    buongiorno,
    per la prevenzione dal cancro mi hanno consigliato “cicli ” di ANTIOSSIANTI.
    Grazie resto in attesa di leggerVi.
    enrico piovan
    346 426 9559

    Rispondi
    • Staff

      Quali antiossidanti? La domanda è troppo generica.

      Rispondi
  8. Maria Eugenia Escobar

    Grazie, molto interessante anche per me. Oggi ho finito la mia chemioterapia, operata da un carcinoma al seno, meno male piccolo e presso in tempo, linfonodo sentinella con microscopiche tracce di cellule, tutti gli altri 9 puliti ma per quelle piccole tracce ho dovuto fare la chemio, poi faro la radioterapia e la pillola. Vorrei sapere se l’Aloe Arborescen fa bene a depurare il fegato. Vedo che no lo menzionate.

    Rispondi
    • Massimo Bonucci

      L’aloe è un ottimo prodotto ma non sempre è utilizzabile per gli effetti (non molto frequenti) che può portare. Ci limitiamo a dare consigli che possono dare sollievo ai parenti.

      Rispondi
  9. enrico Piovan

    ALOE’ -TE VERDE-FUNGHI -CURCUMA -VISCHIO possono essere utili.
    Puo’inviarmi una i-mail per parlarne.

    Rispondi
    • Massimo Bonucci

      Sono tutti prodotti che utiliziamo con successo e che non sempre nei centri all’avanguardia possono conoscere. Hanno effetti indesiderati ma dannon un sollievo a lungo andare.

      Rispondi
  10. ivo marangon

    Grazie, molto interessante dato il fatto che sto introducendo come abitudine alimentare un integratore a base di ganoderma lucidum, questo articolo conferma l’utilità di questo integratore da abbinare a una maggiore attività fisica visto che ne faccio poca … altra cosa per purificare l’organismo per il futuro adotterò anche delle piccole pause di digiuno … ho letto che fa bene e nel digiuno l’organismo trova il tempo per autoripararsi e autopoteggersi … quest’ultimo argomento da approfondire ulteriormente … se qualcuno mi vuole contattare per confrontarsi o per avere o fare informazioni ivomar196202 at gmail . com

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.